Quello dei talloni screpolati è un disturbo cutaneo piuttosto comune e affatto da sottovalutare, poiché può indurre complicazioni fastidiose. Se i talloni leggermente screpolati sono fastidiosi da un punto di vista estetico, i talloni gravemente screpolati invece sono causa di dolore e di fastidio, che si fanno ancor più persistenti quando si poggia il piede per terra. Nella peggiore delle ipotesi poi, se le piaghe sono aperte, i talloni screpolati sanguinano e il dolore è così intenso e fastidioso da impedire la normale deambulazione.

Quali sono le cause dei talloni screpolati? E quali rimedi è opportuno adottare?

 

Talloni screpolati: le cause

A causare i talloni screpolati è il complice concatenarsi di una serie di fattori che, nel tempo, screpolano e lesionano la pelle. Queste le cause:

  • l’eccessiva aridità della pelle del piede è sicuramente il primo fattore a indurire la cute e a determinarne le lesioni della cute;
  • l’eccessivo sfregamento contro la calzatura, che può causare irritamento;
  • il frequente utilizzo di scarpe inadatte al piede;
  • l’abitudine a non utilizzare i calzini, che proteggono il piede e impediscono l’insorgere di screpolature, di lesioni, di calli e duroni;
  • camminare a piedi nudi, indossare infradito o zoccoli possono essere abitudini rischiose per la salute dei piedi, poiché il contatto con sostanze nocive può inaridire la pianta del piede, screpolando il tallone;
  • la formazione di taglietti e di lesioni sul tallone può essere causata anche dall’impiego di prodotti aggressivi, come i detergenti, i saponi e le creme idratanti che attaccano la barriera protettiva della pelle e la predispongono a screpolature e lesioni;
  • alcune patologie cutanee causano spesso i talloni screpolati. Fra queste, la psoriasi e l’eczema;
  • anche alcune patologiche metaboliche dell’organismo sono causa di talloni screpolati, come l’obesità, che favorisce la formazione di piaghe e di lesioni perché costringe il piede a sopportare pesi importanti;
  • la gravidanza può costituire una causa di importanti screpolature del tallone, per la medesima ragione dell’obesità;
  • alcune patologie del piede, come il piede piatto;
  • anche la predisposizione genetica ha la sua incidenza;
  • l’età, poiché col passare degli anni la pelle perde di tonicità e quindi diventa secca più facilmente.

 

Tallone screpolato: rimedi

Il tallone screpolato, quando non è attentamente curato, può causare degenerazioni affatto trascurabili, poiché può indurre la formazione di lesioni e di fessurazioni sanguinanti che, da un lato, possono impedire la naturale deambulazione rendendo difficoltosa la camminata, e, dall’altro lato, le ferite possono facilitare la proliferazione di funghi, virus e batteri, quindi di pericolose infezioni.

Come curare il problema dei piedi secchi? Intanto facendo una buona attività preventiva, ovvero:

  • utilizzando ottime creme idratanti, meglio se con composti naturali,
  • facendo uso di calzature traspiranti, che non ostruiscono il piede,
  • bevendo molta acqua, poiché contribuisce a mantenere il piede ben idratato,
  • esfoliando periodicamente il piede, meglio se con l’aiuto di un professionista.

E se il tallone è già tanto screpolato? Cosa puoi fare? In questo caso devi trattare i piedi secchi e screpolati con una routine di cura che si compone di più fasi:

  • la prima cosa da fare è il pediluvio in acqua calda, poiché è fondamentale ammorbidire la cute secca e screpolata immergendo i piedi in acqua calda e tenendoli a bagno per venti minuti. Come potenziare l’azione del pediluvio? Utilizzando degli oli essenziali;
  • la seconda fase consiste nell’esfoliazione, ovvero nella rimozione della pelle indurita utilizzando una pietra pomice o una lima abrasiva appositamente studiata per i piedi;
  • dopo è importante sciacquare ed asciugare bene i piedi, così da eliminare tutti i residui della cute indurita che è stata rimossa;
  • la quarta fase consiste nell’applicazione di un’ottima maschera idratante per i piedi, meglio se a base di prodotti naturali non aggressivi. Affinché l’impacco sia efficace, solitamente deve essere lasciato in posa almeno una decina di minuti;
  • lo step successivo e finale consiste nella profonda idratazione del piede. Dopo aver rimosso la maschera, lavato e asciugato il piede, è fondamentale applicarvi una crema idratante per piedi secchi.

 

Soffri di talloni screpolati e di piedi secchi? Affidati alle nostre cure professionali.

Contattaci!